Elba,isola graziosa e vitale.

Elba,isola graziosa e vitale.

Isola d’Elba

Pensando all’Elba  viene subito in mente, il fantastico mare che la circonda, il verde della macchia mediterranea che l’avvolge, le sue stupende spiagge con le mille insenature che la rendono unica. E’ una realtà dove ammirare fantastici scorci, indimenticabili tramonti e godere dell’immenso fascino della più grande delle isole dell’Arcipelago Toscano. 

Il picco più elevato è il Monte Capanne, alto 1019 metri sul livello del mare. Vi sono circa 200 km di strade asfaltate. I collegamenti vengono garantiti da vari autobus che da Portoferraio vanno dappertutto.

L’isola d’Elba, racchiude in sé il fascino e l’esclusività di un territorio ricco di storia, civiltà e natura. Gia’ nel Paleolitico venne colonizzata dagli Etruschi per la produzione del ferro. Venne chiamata Aethalia dai Greci e Ilva dai romani. Dopo una fase di spopolamento nel Medioevo, dalla fine del Trecento fece parte del Principato di Piombino quindi del Granducato di Toscana. Fu sede dell’esilio di Napoleone Bonaparte per 300 giorni e cioè dall’inizio di Maggio 1814 all’inizio di Marzo 1814

Merita una visita Portoferraio, capoluogo e principale approdo dell’isola.  Il bellissimo golfo che lo caratterizza è uno dei più sicuri del Mediteraneo. Nel 1547 l’Imperatore Carlo V la cedette a Cosimo De’Medici  Granduca di Toscana , il quale dette vita alla città fortificata chiamata Cosmopoli; che nel 1738 cambiò nome in Portoferraio (cioè porto da cui parte il ferro).

A Portoferraio consiglio di camminare lungo l’antica Darsena Medicea, disegnata a forma di ferro di cavallo, zigzagando poi dentro al Centro Storico, il cui ingresso è la Porta Mare situata di fianco alla popolare Osteria Libertaria. Dopo la Piazza Cavour si incontrano la grande Piazza della Repubblica, la storica Via Garibaldi e le varie stradette che vanno in salita verso la cima del promontorio portoferraiese. 

Proseguendo si possono  visitare, il Forte Falcone e il Forte Stella, entrambi panoramici, e l’importante Villa dei Mulini, dove abitava Napoleone, oggi museo molto visitato. La Villa dei Mulini è nel Piazzale Napoleone,  l’edificio su due livelli è in ottima posizione panoramica, ed è circondata da un giardino all’italiana a picco sulla spiaggia chiamate le Viste, che Bonaparte utilizzava come sua spiaggetta privata. La Villa merita  una visita dettagliata. E’ un susseguirsi di raffinate sale, saloni, camere da letto e da pranzo , con arredi in stile impero non originali. Vi sono però esposti, alcuni pezzi appartenuti alla famiglia Bonaparte, come il mantello in velluto e oro appartenuto alla sorella Paolina. Originale è la biblioteca di 250 libri che Bonaparte portò con sé da Parigi.

In auto è possibile andare a vedere Villa San Martino, nella frazione omonima, che fu la residenza di campagna di Napoleone. La Villa è visitabile in cima al grande certo terrazzato della maestosa Galleria Demitoff, che fu costruita nel 1851 dal marito della principessa Matilde Bonaparte, al fine di dar vita ad una raccolta di cimeli e  ricordi napoleonici  dispersi negli anni. L’opera più apprezzata è la Statua Galatea, in marmo, attribuita ad Antonio Canova la quale sarebbe stata ispirata dal corpo nudo di Paolina Bonaparte, sorella di Napoleone , che d’estate praticava il nudismo nell’isola Paolina presso Procchio.

Bellissime spiagge di bella sabbia e altre di ghiaia con acqua limpida e cristallina perfette per gli appassionati di snorkeling. Le spiagge sono ricche di servizi e ci sono anche ampi tratti liberi che si integrano bene nell’ambiente naturale trasmettendo una sensazione di libertà. Le spiagge che ho visitato sono state quelle di: Cavoli, Le Ghiaie, Le Viste, Nisporto, Nipotino, Procchio. sull’isola ci sono più di 100 spiagge tutte meritevoli di una bella escursione.

Consiglio di visitare anche Rio Marina con il suo centro cittadino pittoresco , con l’interessante chiesa di San Rocco, mentre sul porto , si erge una torre esagonale; la presenza di un museo mineralogico testimonia l’importanza dell’attività estrattiva della zona.

Altro luogo ricco di storia è il Castello del Volterraio, sull’omonima strada che collega il comune di Rio Elba con Magazzini. Costruito dai pisani, durante la loro dominazione, come luogo di avvistamento, è oggi una meta per gli amanti del trekking e per chi vuole ammirare un magnifico panorama sulla parte centrale dell’isola. Sembra incredibile ma a pochi metri di distanza esistono realtà tanto diverse tra loro da far pensare che l’Elba sia come composta di tanti piccoli mondi. 
Si pensi agli otto comuni di questa splendida isola, (Portoferraio, Marciana, Marciana Marina, Campo nell’Elba, Porto Azzurro, Rio Marina, Capoliveri, Rio Elba) ognuno dei quali sembra un piccolo mondo con peculiarità uniche: lo si può notare nella cultura, nelle tradizioni, nella cadenza linguistica, nell’architettura dei centri storici ma anche fra le rocce e nella vegetazione dei diversi versanti.

Per quanto riguarda la cucina elbana , la semplicità è la caratteristica principale, il piatto più noto è il caciucco: zuppa di pesce a base di polipo, seppie, cozze e pesci vari assortiti. i vini Doc elbani sono l‘Aleatico e il Moscato, il rosso e il bianco d’elba, il dolce tipico dell’isola è la torta Ubriaca: ha forma rotonda ed è poco lievitata, senza uova. 

L’isola d’Elba è raggiungibile imbarcandosi a Piombino Marittima, dove quattro compagnie di navigazione (Toremar, Blu Navy, Moby Lines e Corsica Ferries) dispongono di confortevoli traghetti che effettuano corse plurigiornaliere.

Con una sola ora di navigazione si coprono i circa 10 chilometri che separano l’isola dal continente, raggiungendo i porti di Portoferraio (il principale), Cavo e Rio Marina.
In alternativa esiste un collegamento veloce con aliscafo, per il solo trasporto passeggeri, che in soli 35 minuti raggiunge Portoferraio.

Grazie, Licia Ieva:

 

Link Utili:

Comune di Portoferraio: https://www.comune.portoferraio.li.it/

Info Elba: http://www.infoelba.it

APT Isola d’Elba: https://www.virtualelba.it/elba-utility/apt-elba/index.htm

Turismo Elba: http://www.turismo-elba.it

 

Come arrivare:

 

 

 

 

 

 

 

2 Commenti

  1. Mariagrazia

    Wow brava! Ottima descrizione di questa meravigliosa isola. Noi siamo in vacanza ora a Marciana Marina. Speriamo di avervi nuovamente nostri ospiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *